Kit per l’analisi dell’acqua: una guida pratica

trattamento acqua

Per godersi la piscina e garantire una balneazione sicura e divertente, un’accurata e costante analisi dell’acqua è fondamentale per tenere sotto controllo i parametri di pH e cloro, per intervenire in caso di necessità.

Vediamo insieme una panoramica dei metodi di misurazione dei valori dell’acqua e i kit per l’analisi in commercio.

Metodi di misurazione

I metodi manuali di misurazione del cloro e del pH, economici e facili da usare, sono molto diffusi e pratici. Sono basati su metodi colorimetrici, cioè utilizzano una scala di colori per rilevare il parametro.

Occorre prelevare un campione di acqua a cui aggiungere specifiche sostanze chimiche che reagiscono con il cloro o con il grado di alcalinità e basicità in esso contenuto. La gradazione di colore rilevata viene poi confrontata con una scala di valori prefissati che danno un’indicazione del parametro analizzato.

Per misurare la percentuale di cloro in piscina, i metodi manuali principali sono DPD e OTO.

Nel DPD, che prende il nome dalla molecola reagente Dietil-p-fenildiamina, le apposite pastiglie vanno sciolte in un contenitore con il campione di acqua raccolto. La molecola reagirà con il cloro libero e con quello totale in modo che sia possibile controllare entrambi comparando il valore ottenuto con i parametri prefissati della scala colorimetrica.

Nell’OTO, la molecola reagisce con il cloro assumendo una colorazione tendente al giallo. Più il colore è intenso, più la concentrazione di cloro è elevata.

Il metodo manuale per misurare il pH si chiama Phenol red ed è basato sulla variazione cromatica della molecola di rosso fenolo. La molecola cambia colore in base alla quantità di pH presente in acqua. I risultati vengono verificati sull’apposita scala di lettura.

Dobbiamo ricordare che, con questo metodo, è possibile leggere soltanto un determinato range di valori che va da 6,8 a 8,2. Così, se il valore del pH in piscina fosse pari a 10, i risultati riporterebbero comunque lo stesso colore del parametro corrispondente a 8,2.

È importante verificare i parametri di cloro e pH almeno due volte alla settimana nel periodo di maggior utilizzo della piscina o dopo particolari eventi come, ad esempio, giornate di pioggia e vento oppure feste in vasca.

I kit di analisi dell’acqua disponibili

Per facilitare la delicata operazione di analisi dell’acqua al fine di garantirne sempre trasparenza e pulizia, in commercio sono disponibili pratici kit manuali.

Partiamo dal Pool Tester, kit completo per l’analisi manuale dell’acqua che contiene gli strumenti necessari per effettuare l’esame con il metodo DPD, semplice da utilizzare anche per chi non è un professionista del settore.

È sufficiente seguire le istruzioni e comparare i valori ottenuti con i parametri indicati sulla scala colorimetrica in dotazione.

Checkit comparator è un kit di analisi clorometrico adatto per rendere semplice il controllo periodico dei valori del cloro libero, combinato e totale presente nell’acqua della piscina.

All’interno di una pratica valigetta sono presenti un kit più 3 mini kit utili a misurare, in pochi minuti, la durezza, la torpidità e l’alcalinità dell’acqua.

Inoltre, il kit comprende cento pastiglie per effettuare tutti i tipi di test.

Infine, il Kit Trousse di analisi e manutenzione della piscina è completo di tutto l’occorrente per il controllo e la pulizia dell’acqua.

Contiene un retino, uno spazzolone, una scopa aspirante, un termometro a pesce e un kit di analisi per la misurazione dei valori dell’acqua.

Se vuoi avere la sicurezza di una completa ed efficace analisi dell’acqua della tua piscina, contatta il Pool’s Specialist più vicino a te: i nostri professionisti sono sempre a disposizione per aiutarti a individuare la soluzione più adatta per le tue specifiche esigenze.