Cosa succede se il pH della piscina è troppo basso

Tenere i valori in piscina entro determinati parametri non è sempre facile, soprattutto nei mesi estivi, quando l’impianto è al massimo del suo uso: c’è tantissima voglia di stare in acqua a divertirsi e un po’ meno a faticare per svolgere le operazioni di manutenzione ordinaria.

Cosa fare se ti accorgi che il pH della tua piscina è al di sotto dei valori considerati normali? Quanto è grave la situazione per l’impianto e per i bagnati?

Approfondiamo l’argomento e risolviamo il problema. Insieme.

Facciamo un ripasso: cos’è il pH?

Il pH è un valore da tenere sotto controllo in piscina perché è strettamente correlato alla pulizia e sanificazione dell’acqua.

È importante che il pH sia neutro, ossia che l’indice che lo rappresenta sia compreso tra 7.2 e 7.7, in modo da consentire una situazione sicura per gli utilizzatori della piscina. Quando non è così, si dice che:

Anche se quando fa caldo il pensiero fisso è quello di tuffarsi in piscina il più possibile, è fondamentale prendersi cura dei valori dell’acqua e far sì che siano sempre a norma. Se non sai come fare, dai un’occhiata ai nostri kit e tester manuali, semplici e pratici da usare. In alternativa, ricordati che c’è la nostra app a tua completa disposizione, perfetta per qualsiasi tipologia di piscina.

Come alzare il pH

Quando riscontri che il pH è al di sotto dei limiti ottimali, calma e sangue freddo. Bisogna intervenire subito, per far sì che la tua piscina sia di nuovo in perfetta salute: usa il nostro Pool pH Più Liquido è il correttore basico suggerito dai nostri esperti Specialist Care per alzare il valore del pH.

In alternativa puoi scegliere il servizio completo per la manutenzione ordinaria della piscina che Specialist Care mette a tua disposizione: alla piscina pensiamo noi e tu puoi dedicare tutto il tuo tempo libero al relax in acqua. 

Cerca il rivenditore a te più vicino e chiedi subito maggiori informazioni sul servizio di gestione settimanale dell’impianto.