Pulizia dei filtri a sabbia della piscina

circolazione e filtrazione dell'acqua in piacina 

I filtri a sabbia sono molto diffusi per la depurazione dell’acqua delle piscine sia perché riescono a filtrare impurità molto piccole, dell’ordine di decine di micron di diametro se si tratta di filtri a masse omogenee, sia perché sono facili da pulire.

Come funzionano?

I filtri a sabbia possono essere suddivisi in:

  • filtri a masse omogenee, costituiti da una massa filtrante avente uguale granulometria;
  • filtri a masse eterogenee, in cui le masse filtranti hanno granulometria diversa.

Il concetto di funzionamento è semplice: l’acqua attraversa il filtro dall’alto verso il basso, e passando scende tra i letti di sabbia che trattengono le particelle e i residui. Quando esce dalla parte posteriore, l’acqua è pulita e pronta per essere reimmessa in piscina.

Come pulire i filtri a sabbia?

I filtri devono essere lavati periodicamente, la frequenza con cui si puliscono varia a seconda dell’utilizzo e della sporcizia accumulata. La procedura utilizzata per questa operazione viene chiamata controlavaggio e consiste nell’invertire il flusso di acqua che attraversa il filtro, immettendo lo scarico in uscita direttamente in fogna anziché in piscina.

Ecco quali sono le fasi per il lavaggio controcorrente di un filtro a sabbia.

Prima fase – filtrazione

In questo passaggio, l’acqua circola normalmente entrando dall’apertura superiore, detta collettore , attraversa la massa filtrante ed esce dal collettore inferiore. La leva è in posizione di servizio, ovvero di filtrazione.

Per capire se è il momento di effettuare un controlavaggio, controlla la pressione del manometro. Se supera 1,5 bar o ha avuto un incremento di 0,5 bar rispetto alla pressione di messa in servizio, allora il filtro deve essere lavato.

Seconda fase – controlavaggio

Per effettuare un controlavaggio, posizionare l’indice della leva sull’omonima dicitura. In questo modo, l’acqua prende a circolare in senso contrario, dal basso verso l’alto, e, una volta uscita dal collettore superiore, viene immessa nello scarico. La fase dura circa 5-8 minuti, è comunque meglio controllare la purezza dell’acqua quando esce dal filtro, verificando che sia effettivamente trasparente, prima di interrompere il controlavaggio.

Terza fase – lavaggio in corrente o risciacquo

Questa fase, che di norma dura 2-3 minuti, serve a riportare gli strati dei letti filtranti alla loro posizione iniziale e va eseguita al termine di ogni lavaggio controcorrente. Girando la leva sulla rispettiva posizione, l’acqua prende a circolare dall’alto verso il basso e riporta le masse allo stato originale.

A questo punto si può riprendere la normale funzione di filtrazione per depurazione la piscina. È importante ricordarsi, ogni volta che si cambia posizione alla leva, di spegnere la pompa per evitare danni alla valvola stessa.

Come vedi lavare un filtro a sabbia è un’operazione delicata ma non impossibile, se però preferisci avere la sicurezza del lavoro di un professionista, affidati agli esperti Pool’s Care.