Trattamento di superclorazione: che cos’è e quando serve?

IMG_1525

Si chiama superclorazione, trattamento d’urto o trattamento shock ed è una disinfezione molto profonda dell’acqua della piscina. Chi ha un impianto sa bene di cosa stiamo parlando, perché è fondamentale per garantire un corretto livello di igiene.

Superclorazione: quando devo farla?

Se hai appena istallato una piscina e non sei molto pratico, ti potresti trovare nel dubbio. Purtroppo la struttura non ti fa sapere quando c’è bisogno di un trattamento shock, però a volte ti manda dei messaggi inequivocabili sul fatto che forse stai trascurando la manutenzione quotidiana.

Quali sono? Acqua torbida o verdastra, acqua lattiginosa, macchie in superficie, macchie sul rivestimento interno… Come vedi sono diversi i segnali che indicano che hai trascurato la manutenzione dell’impianto. Di solito le problematiche legate all’acqua della piscina sono quasi tutte dovute a una scarsa disinfezione e filtrazione, che a loro volta causano un’alterazione dei valori del cloro e del pH. Quando il pH non si trova all’interno dei suoi range ottimali – che sono compresi tra 7,2 e 7,4 – allora i prodotti chimici sono meno efficaci e si creano le condizioni propizie per la proliferazione di batteri e microrganismi inquinanti.

Anche se sei una persona molto attenta e diligente, e non ti dimentichi mai di misurare i parametri e di dosare i chimici, può comunque capitare di trovare l’acqua sporca.

Tranquillo. Non c’è bisogno di ricorrere a metodi drastici e svuotare la piscina, prova prima con un trattamento d’urto.

Disinfezione profonda in piscina

Come abbiamo detto, la superclorazione è una disinfezione molto profonda della piscina. Il trattamento d’urto serve appunto a ossidare le particelle organiche più piccole, che altrimenti l’impianto di filtrazione non riuscirebbe a trattenere e a eliminare. Se prendi la confezione del prodotto chimico che usi per sterilizzare l’acqua, vedrai che sono riportate le dosi per uso quotidiano e quelle per il trattamento d’urto. Si tratta di una quantità che è quasi due volte quella che viene impiegata normalmente. Quando versi il prodotto, poi, devi lasciare in funzione l’impianto di filtrazione per 24 ore senza che nessuno entri in vasca. Prima di fare il primo tuffo, ricordati di controllare il valore del cloro libero, non deve mai superare 1,00 ppm.

Oltre a quando l’acqua della piscina è molto sporca, il trattamento d’urto va fatto:

La gestione della piscina non è complicata, devi solo prendere la mano. Se vuoi un aiuto sempre con te, allora prova la nostra app Pool’s Care che ti guida nella gestione quotidiana dell’impianto indicandoti passo, passo quello che devi fare. Funziona in modo semplice e intuitivo, la puoi scaricare gratuitamente e presto diventerai un esperto!

Soprattutto le prime volte, se non ti senti sicuro, ti consigliamo di affidarti a un servizio professionale di manutenzione, come quello di Pool’s Care. Un esperto si prenderà cura della tua piscina in modo professionale ed efficace e tu non dovrai fare altro che scegliere il costume per il prossimo tuffo.