Acqua verde in piscina: 5 modi per prevenire il problema

piscina interrata

Se hai una piscina, ti sarà capitato almeno una volta di trovare l’acqua verde e torbida. Questo fastidioso inconveniente, infatti, non è così inconsueto come si può pensare. La cosa peggiore è che, oltre a non poter fare il bagno, devi anche pensare a ripulire l’impianto. Una bella fatica!

Ecco perché la soluzione migliore è prevenire il problema. Evitare che l’acqua diventi verde in piscina è possibile. Per farlo, bisogna innanzitutto conoscere le principali cause e adottare tutte le precauzioni del caso.

Acqua verde in piscina? Ecco i motivi

Sono diverse le cause per cui la vasca si presenta torbida tanto da non riuscire a vederne il fondo. Le alghe sono gli organismi responsabili del colore verde e si formano quando la presenza di batteri organici è eccessiva. I fattori più comuni e ricorrenti della proliferazione delle alghe sono:

  • Il pH alterato
  • La quantità di disinfettante insufficiente

Sono tanti i motivi per cui il pH della piscina non si trova nei range ottimali o il livello del cloro è troppo basso:

  • Ti sei dimenticato di lavare i filtri e adesso che i letti filtranti sono troppo sporchi non riescono a trattenere le impurità.
  • Non hai tenuto acceso l’impianto di filtrazione per un tempo sufficiente per permettere all’impianto di filtrazione di completare il ricircolo di tutta l’acqua della struttura.
  • Hai dimenticato di controllare i parametri dell’acqua e di dosare i prodotti chimici, oppure, hai semplicemente sbagliato il dosaggio dei disinfettanti.
  • Non hai coperto la struttura durante un forte temporale e così pioggia e vento hanno alterato i valori dell’acqua.
  • Hai dato una festa in piscina e c’è stato un sovraffollamento di persone in acqua.

Come vedi, le cause possono essere molteplici, anche se, quasi sempre, possono essere ricondotte a una carenza nella manutenzione e nella pulizia della piscina.

La prevenzione è la miglior arma

Come abbiamo detto poco fa, la soluzione più semplice per affrontare il problema è prevenirlo. Se ti occupi della gestione settimanale della piscina con attenzione, vedrai che l’acqua sarà sempre trasparente e cristallina.

Ecco qualche consiglio per prevenire la comparsa delle alghe:

  • Analisi dei valori dell’acqua. Andrebbe svolta almeno una volta a settimana, ma quando fa molto caldo anche più di una. I parametri di cloro e pH devono sempre essere tenuti sotto controllo e, qualora si trovassero fuori dai range, bisogna provvedere subito a correggerli con appositi prodotti. Le centraline elettroniche sono molto comode perché eseguono misurazione e dosaggio in autonomia.
  • Pulizia dei filtri. Non basta tenere acceso l’impianto di filtrazione per un tempo sufficiente a depurare tutta l’acqua della piscina. Affinché la depurazione sia davvero efficace, i filtri devono essere lavati con regolarità così da poter trattenere lo sporco. Per capire quando è il momento di eseguire un controlavaggio, controlla la pressione riportata dal manometro sulla valvola del filtro: se supera 1,5 bar significa che è il momento di lavarlo.
  • Pulizia degli skimmer/del bordo sfioratore. Questi sono punti delicati in cui è facile che lo sporco si accumuli. Ricordati di controllare con regolarità e provvedere a rimuovere i depositi rimasti incastrati negli interstizi.
  • Pulizia delle pareti e del fondo vasca. Ogni giorno molte particelle invisibili a occhio nudo si depositano sul fondo della piscina favorendo la proliferazione di alghe e la formazione di incrostazioni. Ecco perché è necessario tenere pulito il rivestimento interno con appositi accessori, come i robot automatici.
  • Il trattamento flocculante. Serve a rendere l’acqua limpida e cristallina eliminando tutte le impurità in superficie. In questo articolo ti spieghiamo come funziona.

Se hai bisogno di un aiuto, ti ricordiamo che Pool’s Care offre servizi professionali di gestione della piscina, scoprili qui.