Pulizia pareti e fondo vasca

apertura della piscina

Con l’estate, arriva il periodo dei bagni ed è ora di preparare la piscina per il primo tuffo. Le operazioni di riapertura comprendono tutte quelle attività di pulizia della struttura e dell’acqua che garantiscono una balneazione sicura.

Il lavaggio della superficie dell’impianto è una di queste ed è necessaria per eliminare le incrostazioni che durante i mesi invernali si accumulano sulle pareti e sul fondo della piscina. Vediamo quali sono le principali attività da svolgere sia nel caso in cui la piscina debba essere svuotata sia in quello in cui non sia necessario svuotarla.

Se la vasca deve essere svuotata

Nel caso in cui sia necessario svuotare l’impianto perché è rimasto scoperto per tutta la stagione di non utilizzo e l’acqua appare troppo torbida per essere recuperata, allora, si può procedere manualmente. Muniti di spazzole e appositi detergenti, si inizia la pulizia strofinando il rivestimento della piscina.

Lo sporco accumulato è essenzialmente di due tipi. A seconda della tipologia, si utilizzano prodotti diversi:

  • Sporco organico: potenti sgrassanti
  • Incrostazioni calcaree: solventi a base acida

Nella scelta del detergente, è importante tenere conto anche del materiale da trattare. Ad esempio, un acido troppo aggressivo può intaccare le piastrelle in ceramica. È sempre meglio, dunque, provare il prodotto su una piccola porzione, prima di passare all’intera superficie.

Se la vasca non viene svuotata

Se, invece, durante l’inverno, la piscina è rimasta coperta e l’impianto di filtrazione attivo, la struttura non necessita di essere svuotata completamente, e la pulizia manuale del fondo e delle pareti non è fattibile. Si procede, quindi, servendosi della strumentazione adatta.

  • Retini manuali di superficie e profondità, per raccogliere foglie, detriti e insetti. Sono dotati di un’asta telescopica allungabile che permette di raggiungere ogni angolo dell’impianto.
  • Aspirafango manuale, per aspirare la superficie del fondo vasca. Anch’esso è provvisto di un braccio telescopico regolabile, facile da allungare e maneggiare. Una volta collegato allo skimmer della piscina, funziona come un normale aspirapolvere di casa.
  • Robot automatico. Dopo essere stato impostato, funziona in modo completamente autonomo, facilitando enormemente le operazioni di pulizia. Bisogna solo scegliere la spazzola più adatta al rivestimento, affinché aderisca perfettamente alle pareti e lavori in modo più efficiente.

Nel pulire il fondo e le pareti, è importante tenere conto:

  1. Della sicurezza di chi lavora, attraverso l’utilizzo dei Dispositivi di Protezione Individuali e la scelta di prodotti garantiti.
  2. Evitare nella maniera più assoluta di mescolare sostanze a base acida con il cloro, gli effetti potrebbero essere decisamente seri.

 

Pulire e mantenere pulita la superficie della struttura è importante per garantire una buona igiene e un’acqua trasparente e cristallina durante tutto la stagione estiva. Ecco perché a volte è importante affidarsi alle mani esperte di un professionista.

Se sei interessato, dai un’occhiata alla nostra area servizi per scoprire le nostre soluzioni di manutenzione impianti e per trovare quella che meglio si adatta alle tue esigenze.