Come scegliere il robot da piscina?

Robot pulitore per piscina

Robot pulitore per piscina

La pulizia del fondo e delle pareti della piscina è essenziale per garantire una corretta igiene e mantenere la limpidezza dell’acqua. Anche se l’impianto sembra essere in perfette condizioni, la pulizia deve essere eseguita regolarmente e in modo coerente. Infatti lo sporco che tende a depositarsi sul fondo è spesso invisibile ad occhio nudo. Tuttavia, è la causa principale dell’intorpidimento dell’acqua.

I robot per piscine hanno molti vantaggi: possono filtrare l’acqua mentre aspirano il fondo e le pareti della piscina, trattenendo lo sporco che raccolgono in sacchetti filtranti o cartucce separati.

I robot automatici

Per una corretta scelta, è necessario considerare la forma della piscina (se è a forma libera, con una scala o una tramoggia), le dimensioni e il materiale del rivestimento. Le schede tecniche dei robot mostrano quali detergenti sono i migliori. Ad esempio, per le piscine con piastrelle è necessario un materiale a doppia trazione, oppure un materiale che possa aderire in tutte le condizioni grazie alle spazzole incluse nel materiale.

Se della scopa aspirafango manuale abbiamo già parlato qui, adesso approfondiamo il discorso sui robot automatici con le loro caratteristiche e particolarità. Si tratta dell’ultima generazione di pulitori, dotati di una tecnologia molto sofisticata, ma semplice da usare, che permette loro di muoversi in completa autonomia, svolgendo un’attività minuziosa e accurata.

Dalle impostazioni per il funzionamento al fatto di compiere il lavoro completamente da soli, i robot automatici sono pensati apposta per facilitarti la vita! Per attivarli non serve altro che il collegamento alla presa elettrica, dopodiché è sufficiente immergere il robot in acqua che è subito pronto a partire. Grazie ad un microprocessore, infatti, è in grado di individuare la forma e le dimensioni della piscina, comprese le scale, la linea di galleggiamento, le pareti curve e gli angoli. Inoltre, può fare i gradini di una scala romana e risalire in verticale lungo la superficie della vasca. Puoi stare tranquillo che non tralascerà niente!

I detriti e le impurità finiscono, poi, in un sacco che dovrà essere svuotato a parte, salvaguardando, così, l’impianto di filtrazione. Inoltre, i pulitori automatici possono essere collegati al sistema domotico e programmati per funzionare di notte, riducendo i consumi di elettricità e tagliando gli sprechi sulla bolletta!

I robot ti tolgono ogni fatica, ti permettono di risparmiare una grande quantità di tempo e ti garantiscono una pulizia approfondita in ogni angolo della piscina! Se hai bisogno di un consiglio su quale robot automatico scegliere, contattaci.